Struttura del corso

Introduzione alla lingua UML

  • Breve storia UML
  • Panoramica dei problemi di modellazione orientata agli oggetti
  • Specificazione UML del gruppo OMG
  • Panoramica del diagramma UML

Gestione dei requisiti

  • Suddivisione dei requisiti
  • Categorie di requisiti FURPS
  • Metodi di raccolta dei requisiti
  • Modellazione dei requisiti mediante notazione UML
  • Matrice delle dipendenze dei requisiti
  • Specifica dei requisiti basata su diagrammi

Modellazione dei processi aziendali

  • Definizione dei processi aziendali
  • Modellazione dei processi aziendali in UML
  • Diagramma di attività
    • Flussi decisionali e concomitanti
    • Eccezioni e gestione delle eccezioni
    • Pareti divisorie, binari

Modellazione dei requisiti non funzionali

  • Utilizzo dei diagrammi dei componenti e della distribuzione
  • Architettura iniziale del sistema: logica e fisica
  • Requisiti di modellazione relativi alla sicurezza, alle prestazioni e all'affidabilità del sistema

Modellazione dei requisiti funzionali

  • Definizione dell'ambito del sistema
  • Modellazione delle funzionalità del sistema con un diagramma dei casi d'uso
    • Identificare gli attori e le relazioni tra di loro
    • Riconosci i casi d'uso
    • Attore - Associazione dei casi d'uso e relative proprietà
    • Relazioni tra casi d'uso: inclusione, estensione, generalizzazione
  • Creare scenari di casi d'uso e generare diagrammi basati su di essi (attività, macchine
    Stato membro)

Modello analitico del sistema

  • Utilizzo di un diagramma di sequenza 
    • Tipi di messaggio: asincrono, sincrono, restituito
    • Specificare l'ordine di numerazione dei messaggi
    • Categorie di oggetti analitici: Contorno, Controllo ed Entità
  • Introduzione alla progettazione del sistema
  • Modellazione dell'interazione

Modellazione statica

  • Generazione di diagrammi classi e codice sorgente
    • Il rapporto associativo e le sue caratteristiche
    • Altre relazioni: aggregazione, composizione, generalizzazione, dipendenza, classe associativa
  • Forward/Reverse engineering
    • Generare codice sorgente da un diagramma
    • Generare un diagramma dal codice sorgente
    • Sincronizzare codice e diagramma
  • Diagrammi di oggetti, strutture collegate e pacchetti

Modellazione dinamica

  • Convalida del modello statico
    • Affinamento delle firme dei metodi
    • Convalidare il diagramma classi
  • Modellazione dinamica a livello di chiamata al metodo
  • Diagramma di sequenza a livello di progetto

Requisiti

Si consiglia di conoscere i concetti di base di un linguaggio orientato agli oggetti o di qualsiasi linguaggio orientato agli oggetti.

 21 ore

Numero di Partecipanti


Prezzo per Partecipante

Recensioni (2)